Residenza Camuzzoni, Verona

L’edificio residenziale Camuzzoni si colloca in un contesto urbano residenziale degli anni ’50, appena fuori dalla cerchia dei bastioni di Verona, che costituiscono la cintura del centro storico. E raccoglie in un unico edificio un insieme di abitazioni contemporanee a Verona.
 
Lo scorcio delle montagne che si intravedono a nord est oltre la cortina di case è l’elemento del paesaggio che costituisce assieme al canale Camuzzoni e al suo alveo di contenimento artificiale posto a est la collezione di appigli che hanno dato forma al progetto.
 
Il fabbricato residenziale è composto da sei piani fuori terra che accolgono 13 alloggi di varie taglie:
– 2 alloggi al piano terra di 65 mq circa
– 3 alloggi per piano dal primo al quarto di 60 mq, 70 mq, 110 mq circa
– 2 alloggi al piano quinto di 135 mq circa
 
Il manufatto è stato progettato e realizzato utilizzando lo strumento del Piano Casa e tenendo conto di vincoli di affaccio a nord e a sud che imponevano due facciate cieche. Sul lato est invece gli alloggi affacciano con visuali verso il Corno D’Aquilio e verso il canale Camuzzoni.
 
L’attacco a terra è guidato dalla pensilina in aggetto sullo spazio del parcheggio esterno, e assieme al percorso di accesso e agli ingressi dell’edificio compone il disegno della necessità di costruire un luogo altro che le persone percepiscono come il luogo dell’incontro.
 
Il fabbricato si stacca dagli scavi delle logge in due elementi uno verticale con dei frangisole sul lato e uno orizzontale con delle griglie mobili che, come nelle case coloniche, costruiscono delle zone di penombra. Il filtro che si genera tra interno ed esterno è lo spazio intermedio della città, mediato dalla luce del sole e di cui le persone che ci vivono hanno preso cura e possesso.

Open Building - Certifications - B Corp
Open Building - Certifications - SB
Open Building - Certifications - ICMQ